Spiagge di Creta: Matala, la spiaggia degli hippie

Matala: una delle spiagge di Creta da non perdere. Non fosse altro che per il fatto che se siete in vacanza sul lato sud dell’isola, al vostro rientro in Italia amici e conoscenti vi chiederanno se l’avete vista! Si trova a circa 70 chilometri da Heraklion, in direzione sud-ovest; a renderla famosa sono stati soprattutto i “figli dei fiori” negli anni ’70, quando ancora non era attrezzata e offriva rifugio agli hippy provenienti da tutto il mondo nelle grotte naturali a ridosso della spiaggia.  Le grotte di Matala erano abitate già nella preistoria e poi utilizzate come tombe in epoca romana e cristiana, ma ospitarono nel decennio del 1970 anche nomi famosi che la resero celebre alle masse: da Joni Mitchell (la sua canzone “Carey” è ispirata a Matala) a Bob Dylan, da Janis Joplin a Joan Baez e, naturalmente, Cat Stevens.

Spiagge di Creta Matala

Del selvaggio punto di appoggio da cui partivano le barche di pescatori abitanti nel vicino paesino di Pitsidia, che Matala fu fino ai primi anni ‘80, e dell’atmosfera di “pace e libertà” che hanno contraddistinto la baia in passato, è rimasto ben poco. Oggi Matala è una spiaggia organizzata a dovere: ombrelloni, lettini, servizi igienici, docce, bagnino e tanti, forse troppi, locali dove bere e mangiare, oltre ad un’infinità di negozi di articoli turistici.

All’ingresso del villaggio, oltre ad una pittoresca scultura ricavata dal tronco di un vecchio ulivo da un artista tra gli hippy “sopravvissuti”, anche uno sportello bancomat e, in questi anni in cui va di moda, una postazione di fish therapy, nonché la possibilità di godersi un massaggio in spiaggia. A prezzi ragionevoli ci si può rilassare sotto l’ombrellone coadiuvati dalle mani più o meno esperte di fustacchioni locali e di ragazze (non solo) dai tratti orientali, pronti a sparire con la loro minima attrezzatura, composta di oli aromatici e asciugamanino, alla vista delle forze dell’ordine!

La sera, come in ogni località molto turistica che si rispetti, anche a Matala i bar sulla spiaggia sono affollati fino a tardi, di μεσσαρίτες (messarìtes – come vengono chiamati gli abitanti della valle di Messarà) e stranieri.

…continua a aleggere…