Quale sarà il passo successivo?

Il nostro obiettivo è quello di arrivare a gestire la nostra personale struttura turistica ma, per ora, non volendo comprare un’attività ma solamente affittarla e, essendo consapevoli che la ricerca sarà ardua ma non impossibile, come per altro ci hanno confermato molti stranieri o locali qui a Creta, siamo determinati anche se sappiamo che dovremo sfruttare soprattutto le tecniche del passaparola e che ci vorrà un po’ di tempo.

Parlateci del blog Microcosmo Creta?

Abbiamo creato e avviato il blog Microcosmo Creata per far conoscere e promuovere la nostra storia ma anche noi stessi e questa struttura bellissima in cui noi stessi stiamo vivendo, Villa Anastasia. Inoltre, abbiamo anche inserito informazioni circa l’isola e i punti di maggiore interesse in modo che i turisti e i visitatori possano trovare informazioni utili sull’isola di Creta. Il nostro blog è aperto da molto poco ma abbiamo già diverse persone che ci seguono, da tutto il mondo, e il prossimo passo sarà quello di lavorare sul blog e offrirlo anche in inglese o in più lingue in modo da poter essere ancora più visibili.

elafonissi Trasferirsi a Creta

Com’è la comunità italiana a Creta?

La comunità italiana a Creta è molto interessante e tanti li abbiamo già conosciuti. Ci ha dato l’impressione di essere una comunità molto unita, si conoscono tutti, e anche dove siamo noi, nella zona di Chanià, sono presenti alcuni italiani i quali ci hanno già dato molti consigli utilissimi. In generale, a Creta, gli italiani sono pensionati oppure hanno attività turistiche e, molte volte, si tratta di coppie miste, ossia italiani che hanno un partner greco.

Qualche contro del vivere a Creta?

È difficile trovare qualche cosa di negativo di Creta perché per noi è stato un amore a prima vista per via del clima, della gente, della natura, della gastronomia e delle bellissime e meravigliose spiagge. Ad ogni modo, possiamo dire che una delle cose che, tuttora, ci disturba un po’ è il loro ritmo di vita. Insomma, per noi, provenienti da Vicenza, una città del nord-est d’Italia in cui si ha uno stile di vita frenetico e si è abituati ad ottenere molte cose velocemente o a trovare uffici ed enti quasi sempre aperti, qui a Creta abbiamo riscontrato uno stile e un sistema di orari molto diverso. Per fare un esempio, prima delle 10:00 è difficile trovare un ufficio o negozio aperto e la siesta greca ha un orario indefinito che può andare dalle 14:00 sino alle 18:00. Questo significa che, quando si ha un impegno o delle scadenze, queste “regole” possono essere fastidiose ma anche totalmente gestibili.

… continua a leggere …