Isola di Chrissi o Gaiduronìsi: l’incanto continua

In vacanza a Creta non si finisce mai di scoprire spiagge, calette, insenature. Oltre alle coste che circondano la più grande isola della Grecia, nel suo territorio sono comprese isolette adatte ad ancora tante escursioni; da effettuare in giornata o, come nel caso della piccola isola disabitata al largo della costa meridionale di Creta, da protrarre in una o più notti sotto le stelle. (Seppure il campeggio vi è ufficialmente vietato per legge).   L’isola di Chrissi (Χρυσή) o Γαϊδουρονήσι (Gaiduronìsi), che misura 1 chilometro per 5, è situata nel mar Libico, circa 14 chilometri a sud di Ierapetra, raggiungibile con battelli in partenza da Ierapetra la mattina e che ritornano nel pomeriggio.

Isola di Chrissi

Si tratta di un’isola pianeggiante famosa per il colore delle sue acque, che somigliano a quelle dei mari tropicali, con le infinite sfumature di blu, azzurro e turchese. Il colore del mare è esaltato da quello delle spiagge composte di sabbia madreperlacea rosata creatasi dalla frantumazione naturale di innumerevoli conchiglie. Proprio questa sabbia dorata dà all’isola uno dei suoi due nomi: Χρυσή (Chrissì – d’oro). L’altro nome, con cui pure l’isoletta è conosciuta, Γαϊδουρονήσι (Gaiduronìsi – isola degli asini) le deriva da un’antica usanza: quella di portare i vecchi asini di Ierapetra a morire sull’isola.

Caratteristica che fa di Gaidouronisi un’importante oasi naturale: la foresta di cedri; delimitata e in cui è vietato l’accesso a scopo di protezione, così come è vietato sull’isola raccogliere sabbia e/o conchiglie.

Si dice che anni fa l’imprenditore Gianni Agnelli avrebbe voluto acquistare l’isola per farne la sede di un villaggio turistico. Se l’affare non andò in porto pare sia perché gli abitanti di Ierapetra si ribellarono. Così l’isoletta è rimasta greca, pronta ad accogliere ogni anno la miriade di visitatori che amano la natura e le spiagge selvagge e incontaminate più che i villaggi turistici e che, pur restandovi a trascorrere la notte in tenda, ne sono rispettosi ammiratori che non lasciano rifiuti e non accendono pericolosi fuochi.

… continua a leggere …