Danza: i balli della tradizione a Creta

La vita sociale a Creta è strettamente legata alla danza, fin dai tempi antichi. In tutti gli eventi sociali, cretesi di tutte le età, uomini e donne, hanno sempre ballato le danze tipiche: i balli cretesi sono una tradizione viva e praticata ancora oggi anche tra i più giovani Le testimonianze svelate dall’archeologia, dipinti, decorazioni e bassorilievi di varie epoche, ci mostrano i rituali religiosi che si svolgevano sul suolo cretese, con donne dalle braccia alzate al cielo intorno ad altari, alberi, statue; paiono muoversi in cerchio attorno all’oggetto di culto, con le palme delle mani rivolte al cielo, ricordando molto le coreografie e i balli che ancora oggi sono tipici nelle occasioni di festa dell’isola. Di certo l’andamento circolare delle coreografie nei balli cretesi è l’elemento più importante, come mostra una delle più suggestive rappresentazioni della danza a Creta: un piccolo manufatto in terracotta datato tra il 1100 e il 1400 a.C., ritrovato a Paleòcastro nella zona di Sitia ed esposto al museo di Iraklion, che rappresenta tre donne che ballano in cerchio intorno ad una quarta che suona la lira.

danzatrici terracotta palecastro creta danza

La musica e la danza cretese sono anche più volte citate nella mitologia: si racconta che Teseo, lasciata Creta e raggiunta Delos, abbia ballato insieme ai suoi compagni una danza i cui passi e l’andamento a spirale erano ispirati allo schema del labirinto di Cnosso. Persino il famoso scudo di Achille, secondo Omero, era decorato con la rappresentazione di una festa svoltasi nel Palazzo di Cnosso.

Le danze cretesi attuali affondano quindi le radici in tempi antichissimi, indietro nella storia fino alla mitologia, quando i Cureti, o Coribanti, ballavano accompagnando i passi con forti urla per coprire il pianto del neonato Zeus, nascosto in una grotta dell’altopiano di Lassithi per sfuggire alla voracità del padre, Saturno.

Gli esperti suggeriscono che le danze tradizionali di Creta siano in generale derivate dall’ispirazione alle danze dei Cureti o, prescindendo dalla mitologia, dalla danza pirrica; la danza di guerra con armi, trasformata nel corso dei secoli e diffusasi con molte variazioni e nomi diversi in tutta la Grecia. Dal 300 d.C. questa danza prettamente maschile iniziò ad essere eseguita anche dalle donne, assumendo una nuova carica di significato erotico.

… continua a leggere …